L’Oste

Marco MartinelliOgni osteria che si rispetti deve avere un Oste con la O maiuscola: Marco Martinelli, fondatore e proprietario di Mamma Mia a Roma, lo è. Lo contraddistinguono una grande professionalità, la cortesia che sempre dimostra nei confronti dei suoi clienti, la simpatia con la quale si presenta loro e la bravura e il suo estro ai fornelli.

Nato e cresciuto a pochi metri dal quartiere Flaminio, vicino lo stadio, amante come tutti i ragazzi della sua età del calcio visto e giocato, Marco fa della sua passione un sogno che si realizza quando inizia a giocare a pallone con eccellenti risultati. Purtroppo, il suo promettente futuro da calciatore viene interrotto da una serie di infortuni che lo porteranno ad abbandonare di lì a poco tempo il mondo del calcio.

Ma, come si suol dire, ‘non tutti i mali vengono per nuocere’…

Il Bomber, così lo avevano soprannominato gli amici, scopre di avere un grande talento anche ai fornelli, una dote e una passione innate e inaspettate per l’arte culinaria. Marco inizia, così, per gioco, a sperimentare, a provare, a combinare odori e sapori, a proporre agli amici i piatti della tradizione romana e a inventarne dei nuovi.

L’hobby si trasforma poi in lavoro vero e proprio quando Marco, con un po’ di sana incoscienza, abbandona il posto fisso, sinonimo di sicurezza e futuro certo, per cimentarsi nella ristorazione e intraprendere una carriera che lo porterà definitivamente tra i protagonisti dell’enogastronomia romana.

Nel 2008, Marco inaugura così Mamma Mia, osteria nel cuore della Capitale, nei pressi del quartiere Flaminio.

Per la vicinanza con i principali impianti sportivi di Roma, il locale diventa in poco tempo il punto di riferimento di tanti tifosi o semplici buongustai che si riversano da Mamma Mia per assaporare le tante specialità della casa, rinomate ormai in tutta la Città Eterna.